La Vita

foto-35Michele Pellegrino nasce a Roata Chiusani, frazione del Comune di Centallo, in provincia di Cuneo, il 25 aprile 1903.

La sua famiglia è di modeste condizioni. È battezzato dal parroco don Bartolomeo Fiandrino il giorno dopo la nascita, nella chiesa parrocchiale di San Bernardo, con la quale confina l'umile casa dei genitori.
Quattro mesi dopo la mamma Angela muore improvvisamente di tifo. Il piccolo Michele viene accudito dalla zia materna «Laurina» e al compimento del primo anno dalla seconda moglie del papà, Anna Bernardi.
Il 4 maggio 1911 Michele riceve la Cresima dal vescovo di Fossano, mons. Giosué Signori. A 10 anni Michele entra poi nel Seminario Minore diocesano, il cui rettore è il canonico Lorenzo Marchesa Rossi e l'assistente è don Luigi Ballatore. Il 26 marzo 1923 il chierico Michele riceve la chiamata alle armi e parte per il distretto militare di Mantova. Saranno 13 mesi molto importanti, come da lui testimoniato in un diario dato alle stampe dopo la morte. È in questo periodo che matura la decisione di iscriversi, dopo l'ordinazione sacerdotale, all'Università Cattolica di Milano, perché rimasto folgorato da una conferenza tenuta al liceo scientifico di Mantova da padre Agostino Gemelli, fondatore e rettore dell'ateneo ambrosiano.

Così, poco tempo dopo esser stato consacrato prete da mons. Quirico Travaini, don Pellegrino si iscrive alla facoltà di lettere e filosofia.
Una tappa fondamentale nella formazione intellettuale e spirituale del giovane sacerdote. Conseguita la laurea in lettere classiche nel 1929, Pellegrino ottiene di proseguire gli studi per prendere anche la laurea in filosofia, a cui arriva nel 1933. Quando torna a Fossano, diventa direttore spirituale del Seminario, canonico e vicario generale. Per un periodo è anche direttore del settimanale diocesano «La Fedeltà».
Il 26 giugno 1967 viene creato cardinale e l'anno dopo inizia la visita pastorale delle 400 parrocchie della diocesi.
Nel 1977 il papa accetta le sue dimissioni e dal 1 novembre Pellegrino si ritira a vivere a Vallo Torinese, in casa del parroco don Vincenzo Chiarle. Colpito da ictus cerebrale nel 1982, muore all'ospedale Cottolengo il 10 ottobre 1986. Per sua espressa volontà viene sepolto nella tomba di famiglia del cimitero di Roata Chiusani.


 

 

Altro in questa categoria: il Professore »

Contatti

Università di Torino
Palazzo Cairoli

Via Giulia di Barolo 3/A
10124 Torino

Tel: 011 670 38 16

fondazione.pellegrino@unito.it

Facebook

Dove siamo

MAPPA

Via Giulia di Barolo 3/A - 10124 Torino

Ti informiamo che, per migliorare la tua esperienza di navigazione su questo Sito sono utilizzati dei cookies. Cliccando su “Accetto ” o continuando la navigazione saranno attivati tutti i cookies specificati nell' Informativa estesa ai sensi dell’art. 13 del Codice della privacy. per sapere come funzionano i cookie e come cancellarli, guarda la nostra privacy policy.

  Accetta i cookie dal sito.